Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.


 
«Il Knowledge Management è costruzione, rinnovamento e applicazione, sistematici, espliciti e deliberati, della conoscenza per massimizzare l’efficacia legata alla conoscenza di un’impresa e il rendimento del suo patrimonio conoscitivo»

Karl Wiig ricerca ---> KRC® applica

Emerge dalla definizione di Wiig che il primo ambito di applicazione odierno di un sistema di Knowledge Management, in relazione agli strumenti disponibili derivati dalla rivoluzione digitale, è la gestione integrata dei processi aziendali, alla base della condivisione del patrimonio conoscitivo.

Le aziende sono da sempre alle prese con l’esigenza di migliorare e sostenere la propria performance, attraverso la definizione di processi aziendali consistenti e affidabili. Le procedure aziendali ne descrivono le modalità operative associando ruoli e responsabilità.

I cambiamenti indotti sia dall’evoluzione del business e della normativa, sia dall’esigenza di utilizzare le tecniche di smart working, in un sistema informatico di Knowledge Management, richiedono sempre più che i processi, le fasi e le attività, diventino elementi concreti per l’associazione dei privilegi e dei profili d’accesso.

Nella soluzione di Knowledge, Risk e Compliance KRC – Solution, tale paradigma metodologico si applica ovunque sia necessario analizzare, contestualizzare e valutare un rischio, attribuendone l’impatto ad un processo, come richiesto da tutte le norme ISO e da tutti gli standard internazionali. A fronte di ogni valutazione è possibile definire una classe di rischio e delle misure organizzative volte a mitigare il rischio stesso.